Bevande antistress per i nuovi cocktail

Ricettario –

I relaxation drink spopolano negli Usa. Dedicati a chi cerca un aiuto contro la tensione, sono a base di ingredienti naturali, antiossidanti e vitamine. E sono anche ben miscelabili con vodka, gin o rum

Negli States sono già tendenza. Qui da noi siamo in attesa che arrivino. Stiamo parlando dei relaxation drink, ovvero bevande a base di estratti naturali, antiossidanti, vitamine e minerali prodotte con uno scopo preciso: rilassare il consumatore. Qualcuno li ha definiti gli anti energy. E in effetti il marketing del relaxation drink è molto simile a quello messo in campo dagli energy. Unica differenza il messaggio veicolato. Energia nel primo caso, relax nel secondo. Calma, relax, no stress, il tutto garantito da ingredienti che a prima vista possono lasciar dubbiosi, ma che in realtà non hanno niente di misterioso e che per di più sono tranquillamente mixabili con gli alcolici. Vediamo qualche prodotto.
A cominciare da Malava Novocaine, nato nel 2006, tra i primi, se non il primo in assoluto, relaxation drink a comparire sul mercato. È nato grazie a un viaggio alle isole Fiji, nel quale Steve Schneider e la moglie Cheryl conoscono la kava, una pianta già ben utilizzata nella farmacopea internazionale per le sue doti rilassanti e calmanti; garantisce senso di benessere e relax psico fisico a chi consuma la bevanda ottenuta dalle radici di questa varietà.
Tra valeriana e teanina
Drank, in vendita negli Usa a circa due dollari la lattina, ha ingredienti base come valeriana (ha funzione sedativa naturale), rosa canina (anti stress) e melatonina, un ormone prodotto da una ghiandola posta alla base del cervello che ha funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. Ma niente paura, la melatonina non ha effetti collaterali, tanto da essere già venduta sotto forma di integratore alimentare nelle erboristerie e nei supermercati italiani.
Ingredienti simili anche per iChill, che usa una formula particolarmente ricca (in pratica una lattina fornisce l'intero fabbisogno giornaliero) di vitamine B3, B6, B12 e B5 e offre un piacevole sapore di frutti di bosco (mirtilli, fragole e lamponi). Bevande rilassanti che, in più, conciliano il sonno e per questo da evitare se ci si deve mettere alla guida.
Non dà questa controindicazione Vib acronimo di Vacation in a bottle, proposto in due versioni: al succo di melograno oppure al mango e lime. Entrambe vantano tra i principali ingredienti la L-teanina (o semplicemente teanina), aminoacido presente nel té verde, che ha doti calmanti e rilassanti senza però agire negativamente sulla concentrazione e il livello di attenzione. C'è teanina anche alla base di Blue Cow, “completato” poi con camomilla, papavero e frutto della passione. Varia gamma di sapori invece da Purple Stuff: Classic Lemon, Berry Calming, Classic Grape, Lean Apple. Un marchio di successo questo, indicato da Datamonitor tra i dieci brand da tenere sott'occhio in questo 2009.
Ma i relaxation drink non finiscono qui. Marchi come Mellow drink e NutriSoda+Calm si stanno ritagliando un loro spazio in un segmento che molti vedono come grande occasione per il prossimo futuro.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here