Panini Durini diventa una galleria d’arte per il Fuorisalone

Panini Durini Fuorisalone

L’arte contemporanea entra nel bar. L’iniziativa è di Panini Durini che, nell’ambito degli eventi del Fuorisalone che fanno da corredo alla Milano Design Week, ha deciso di ospitare nei propri locali, per tutta la durata della manifestazione dal 17 al 22 aprile, le opere di sei artisti.

Sede dell’esposizione saranno sei dei sedici locali della catena milanese presenti in tutta la città, dove i consumatori, oltre a degustare le specialità della casa, su tutte ovviamente il ricco menu di panini, fatti rigorosamente con pane fresco con lievito madre e farciti con ingredienti selezionatissimi, potranno conoscere e ammirare sei inedite installazioni, alcune delle quali ideate e realizzate per l’occasione.

Protagonisti del progetto, dal nome Bites of Design, realizzato in collaborazione con la Galleria Deodato Arte, artisti affermati e talenti emergenti, attivi sulla scena italiana e internazionale: Marco Lodola, Arnaud Nazare-Aga, Mr SaveTheWall, Francesco Vullo, Tanio Liotta e Tomoko.

Un progetto nato dalla volontà di mettere alla ribalta gli autori e le loro opere in un contesto fuori dagli schemi e dagli spazi espositivi tradizionali, e al tempo stesso di rendere l’arte fruibile a un più vasto pubblico in un ambiente informale e accogliente in un perfetto connubio di gusto e cultura.

Più nel dettaglio, lo store di via Mercato accoglierà le opere di Marco Lodola, artista di origini pavesi e tra i fondatori del movimento del Nuovo Futurismo. Nel locale di Corso Magenta, saranno esposte le sculture realizzate dal designer francese Arnaud Nazare-Aga e dalla moglie filippina Adeline, che nascono ed esprimono l’incontro delle due diverse culture di provenienza della coppia (che si firma "Artheline").

Nel Panini Durini di via Mengoni sarà protagonista Mr SaveTheWall, giovane artista di origini comasche che nei suoi lavori propone una reinterpretazione in chiave ironica della realtà. Nel locale di via Moscova si potranno ammirare invece le opere di Francesco Vullo, siciliano, classe 1994, dalle molteplici sfumature ironiche e cariche di messaggi di critica sociale. Ospite d’onore dello store di via Orefici è Tanio Liotta, artista legato soprattutto alla ricerca creativa sul papillon, che gli è valsa negli anni numerosi riconoscimenti e pubblicazioni. Per l’occasione presenterà, tra l’altro, alcune sue creazioni che hanno come elemento fondante il pane. Infine, il locale di Via Durini, con alcune opere dell’artista giapponese Tomoko Nagao, distintosi nel panorama contemporaneo per la sua estetica e poesia fortemente rappresentativa della corrente Micro Pop.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome