Il Tennessee chiama e Napoli risponde. Alla grande

Lo scorso 30 ottobre il Tennessee Campus di Jack Daniel’s ha fatto tappa al Lanificio 25 a Napoli, spazio di archeologia industriale ricco di fascino adiacente alla storica Porta Capuana e, per chi c’era (oltre una sessantina di giovani professionisti da tutta la Campania), è stato un evento particolare. Non solo ha funzionato, come nei precedenti appuntamenti di Roma, Bologna e Catania, l’alchimia tra formazione, educational, contest e divertimento, sapientemente organizzata dalla verve di Valentina Ricci, speaker di Radio Deejay (nella foto al centro tra Francesco "Ciu Ciu" Spenuso e Stefano Righetti), ma straordinario è stato il contributo dei 6 team di giovani bartender partecipanti al campus napoletano e impegnati, alla fine della giornata, nella realizzazione di due cocktail: un twist del famoso Lynchburg Lemonade e una creazione originale, utilizzando gli ingredienti contenuti in una mistery box. Due cocktail, frutto di un lavoro di squadra, ai quali abbinare, come prevede il regolamento del Tennessee Campus, una storia finalizzata ad esaltare origine, gusto, creatività dei mix. Ebbene le ricette elaborate dagli “allievi di Jack” sono state eseguite a regola d’arte come ci raccontano i due master bartender Francesco “Ciu Ciu” Spenuso e Stefano Righetti che hanno supervisionato il Mixing Lab di Napoli e tutte le tappe del Tennessee Campus: «Abbiamo, ovviamente, degustato tutti cocktail preparati dai ragazzi e non abbiamo riscontrato gravi errori. Anzi, a livello di gusto, abbiamo registrato un equilibrio tra ingredienti “sweet” e ingredienti “sour” non facile da raggiungere al primo colpo, soprattutto per chi non è ancora un barman esperto. Siamo felici di questi risultati perché significa che le nostre masterclass su Jack Daniel’s che facciamo in tutta Italia, dalle Alpi alla Sicilia, stanno producendo effetti positivi. Ne facciamo più di 200 e registrano sempre il tutto esaurito». Di particolare impatto le presentazioni dei cocktail effettuate dagli "story teller" nominati dalle diverse squadre: ognuna plasmata sull’avventurosa vita di Jack Daniel e sul processo di produzione dell’omonimo Tennessee Whiskey. La più originale e creativa quella del team numero 5 declamata con uno stile attoriale da Felice Caputo del Tilt di Avellino. Una tappa da incorniciare come sarà, viste le premesse, l’ultima del 2017, in programma a Milano il prossimo 9 novembre presso il Cross Studio di via Watt 5. L' appuntamento questa volta ancora più esclusivo perché vedrà la partecipazione straordinaria di Chris Fletcher, vice master distiller della distilleria di Lynchburg.

 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome