Il ritorno di birra Tennent’s

Aziende –

Grazie all’importatore Interbrau, sono recentemente tornate disponibili sul mercato italiano tre specialità birrarie Tennent’s Authentic Export, rinnovate nella forma della bottiglia e nella grafica dell’etichetta.

Tutto lo spirito degli highlander scozzesi, fatto di passione, tenacia e coraggio, rivive nella gamma di birre Tennent’s, la cui birreria risale al 1740 per merito dei fratelli Hugh e Robert Tennent, presso lo stabilimento Drygate Brewery di Glasgow (le cui origini risalgono al 1556), ribattezzato in seguito Wellpark Brewery, tuttora in attività. Una lunga storia, non solo produttiva ma anche di identificazione sociale, tanto che il marchio Tennent’s contraddistingue oltre la metà delle pinte consumate nei pub scozzesi. Non per niente è comparso per anni sulle maglie della nazionale di calcio, così come oggi è presente su quelle delle due squadre “rivali” di Glasgow, Celtic (tifoseria cattolica) e Rangers (tifoseria protestante).
Dopo essere stati acquistati nel 2000 da gruppo belga Interbrew, ampliatosi in seguito come gruppo AB-Inbev, marchio e fabbrica Tennent’s sono stati acquisiti nel 2009 da C&C Group plc, importante produttore irlandese di sidro con i marchi Bulmers e Magners. Da notare che la tipologia di grande successo Tennent’s Super (9° alc) rimane distribuita dal precedente proprietario AB-Inbev. L’acquisizione ha comportato importanti cambiamenti: la birreria è stata ribattezzata Tennent Caledonian Breweries; è stata creata la Tennent’s Training Academy; il marzo scorso, è stata inaugurata una nuova linea d’imbottigliamento all’avanguardia, costata circa 4 milioni di sterline, impianto che permette una produzione di 2 milioni di ettolitri all’anno, firmata dal mastro birraio David Shearer.
Da poco birra Tennent’s è tornata ad essere presente sul mercato italiano con tre specialità Tennent’s Authentic Export, grazie all’importatore Interbrau di Villafranca Padovana. «Insieme con la Spagna, l’Italia è sempre stata - precisa Andrea Pozzi, torinese, 41 anni, Group Manufacturing Director C&C - uno dei mercati più ricettivi per i nostri prodotti. Per questo motivo abbiamo voluto anche aggiornare la forma della bottiglia e la grafica dell’etichetta per renderle più visibili per un pubblico, come quello italiano, attento anche all’immagine e al design delle confezioni».
Tre specialità per il mercato italiano

La gamma Tennent’s Authentic Export importata in Italia è disponibile in fusto da 25 litri e in bottiglie da 33 cl. Tennent’s 1885 Lager è una birra di gusto leggero a bassa fermentazione di 5° alcolici, dall’equilibrato gusto dolce del malto, con un finale pulito e luppolato, di colore biondo intenso. Tennent’s Scotch Ale ha un colore ambrato e un gradevole sapore fruttato con note di caramello, mentre l’alto grado alcolico (9°) la rende particolarmente rotonda e piacevole. Tennent’s Extra è un’autentica Scottish Lager, corposa, dal ricco sapore di malto con note fruttate (9,3° alc). Sia Tennent’s Scotch Ale che Tennent’s Extra hanno ricevuto un importante riconoscimento all’ultimo International Beer Challenge 2012 (Londra, 16.a edizione), con una medaglia di bronzo per ciascuna.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome