Festa delle artigianali al Genova Beer Festival

Il ricco e variegato mondo della birra artigianale made in Italy si dà appuntamento a Genova. Nella città ligure si apre la seconda edizione di Genova Beer Festival, che prosegue fino a domenica 23 ottobre, organizzata dall’Associazione Culturale Papille Clandestine. A ospitare la manifestazione è la settecentesca Villa Bombrini di Genova Cornigliano (via L. Muratori 5), dove 15 tra i migliori birrifici proporranno e faranno conoscere a un pubblico di esperti e di appassionati il meglio della loro produzione, con oltre 100 birre alla spina. A prendere parte alla manifestazione saranno: Brewfist di Codogno (Lodi), Hammer di Villa D’Adda (Bergano), Birrificio Lariano di Sirone (Lecco), Birrificio Rurale di Desio (Monza Brianza), Scarampola di Millesimo (Savona), Fabbrica della Birra Busalla di Genova, Canediguerra di Alessandria, Birrificio Civale di Spinetta Marengo (Alessandria), Croce di Malto di Trecate (Novara), Birrificio del Forte di Pietrasanta (Lucca), Kamun di Predosa (Alessandria), Nadir di Sanremo (Imperia), Lambrate di Milano, eletto birrificio dell’anno 2015, e Maltus Faber di Genova. A questi si aggiungem infine, il birrificio Lord Chambray di Malta, che porterà per la prima volta in Italia le sue birre alla spina.

Ricco il programma di eventi didattici e culturali, laboratori e conferenze (l’elenco completo è disponibile sul sito www.genovabeerfestival.it) che farà luce su una in grande crescita negli ultimi anni. Tra gli appuntamenti in programma sabato 22, le degustazioni guidate dagli esperti Simone Cantoni (ore 17) e Lorenzo “Kuaska” Dabove (ore 21), la conferenza Bevo quindi sono: l’alcol e i suoi effetti a cura di Scientificast (ore 16), un’introduzione alla degustazione della birra, curata da Simone Cantoni, docente Slow Food e beer taster dell’ Unionbirrai, e una panoramica sigli stili birrai del Belgio, sempre a cura di Lorenzo Dabove. Domenica, invece, il programma prosegue con la presentazione di tre birrifici liguri nati nell’ultimo anno (Artana di Genova, Birrificio dell’Altavia di Sassello e La Taverna del Vara di Torza, ore 12), con Quando la birra incontra la cucina d’autore, dove cinque chef liguri (Matteo Badaracco di L’Oca Ubriaca Bistrot, Davide Cannavino di La Voglia Matta, Alessandro Massone di Rosmarino, Roberto Panizza di Il Genovese, Maurizio Pinto di Voltalacarta),  interpretano la loro cucina con finger food in abbinamento a birra artigianale (ore 17), per concludere con le storie di tre pub pionieri, La Polena, Irish di Quinto e , che hanno movimentato la scena genovese dagli anni Ottanta in poi.

La cultura del buon bere non trascura la solidarietà. Al festival sarà presente una postazione della onlus Ccs Italiache raccoglierà fondi per garantire un servizio mensa gratuito ai bambini delle scuole dell’Italia centrale colpite dal terremoto.

Come partecipare
L’ingresso al Genova Beer Festival costa 6 euro e comprende l’entrata per un giorno, bicchiere da degustazione (20 cl) con tracolla e la guida alle birre presenti. Per assaggiare le birre occorrerà acquistare i gettoni (1 € per una degustazione di 10 cl di birra).

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome