Due volte diabolikamente Zucca

Astuto ladro in maschera e calzamaglia nera, rapinatore, bandito, assassino a sangue freddo, perennemente inseguito sulla Jaguar Type E da uno sfortunato ispettore di polizia. È il ritratto di Diabolik, personaggio a fumetti in bianco-nero uscito dalla penna delle sorelle milanesi Giussani nel 1962, diventato una vera e propria icona per gli amanti del genere noir di tutto il mondo. A moltiplicarne le fortune ha contribuito non poco l’innovativo album formato tascabile (12×17 cm), facilmente trasportabile e leggibile in treno o in tram, ripreso in seguito da altre pubblicazioni del genere.
A celebrare il 50° anniversario delle sue avventure, non poteva che essere quindi l’aperitivo nero per eccellenza, Rabarbaro Zucca, impegnato da due anni con l’iniziativa “Premio Zucca – Spirito Noir Collection” rivolta agli aspiranti autori di settore. Ricordiamo che è stato recentemente pubblicato il primo volume della collana Spirito Noir Collection, edita da Salani con prefazione di Piero Colaprico, con i migliori racconti della prima edizione del concorso a cominciare da quello vincitore, “L’ultima notte del boia” di Maria Elena Corbucci.

Bottiglie sleeverate
Realizzate in poche decine di migliaia di esemplari in due versioni, le bottiglie di Rabarbaro Zucca special edition sono state rivestite in versione sleever la prima con la “maschera” di Diabolik, la seconda con il viso “angelico” della fedele compagna Eva Kant (in foto).
La presentazione delle due nuove confezioni è avvenuta di recente alla Disaronno Contemporary Terrace di Milano, vestita all black per l’occasione. Oltre all’intero staff dell’azienda Illva Saronno (produttrice di Rabarbaro Zucca), non potevano mancare il direttore di Astorina (storica casa editrice di Diabolik) Mario Gomboli e il personaggio Zucca Spirito Noir 2013, Carolina Crescentini, indimenticabile protagonista del film thriller H2Odio. Due performer nei “panni” di Diabolik ed Eva Kant hanno quindi animato la serata insieme al gruppo musicale Manupuma e al disegnatore Giuseppe Palumbo.
Per l’occasione sono stati serviti quattro cocktail in tema:

Diaboliko Zucca

In un ampio calice da vino con cubetti di ghiaccio versare 3 cl Rabarbaro Zucca e 3 cl Vanil Zucca, colmare con Prosecco spumante e guarnire con scorza d’arancia.

Zucckant
In un bicchiere tumbler con cubetti di ghiaccio versare 4,5 cl Vodka Artic Fragola e 1,5 cl Rabarbaro Zucca, colmare con acqua tonica e guarnire con una fragola.

Zucca E-Type

Versare 2 cl Bulldog London Dry Gin e 5 cl Rabarbaro Zucca in un bicchiere con cubetti di ghiaccio, colmare con bibita cedrata e guarnire con fetta di limone.

Zucca Noir

Nello shaker con ghiaccio versare 4 cl Rabarbaro Zucca, 1 cl Artic Vodka e 1 cl Vanil Zucca, versare in un bicchiere con cubetti di ghiaccio e guarnire con fettina di arancia.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome