Con Spazio Lavazza e con una dozzina di caffetterie in giro per Torino, l’azienda torinese ha rafforzato il legame ultraventennale con Slow Food e il Salone del Gusto all’insegna della sostenibilità e della solidarietà con i piccoli coltivatori di 8 Paesi. Presentato il nuovo Calendario Lavazza firmato da Denis Rouvre.

Per cinque giorni Spazio Lavazza ha occupato l’edificio ex Borsa Valori, realizzata su un progetto razionalista negli anni Cinquanta. Conclusa definitivamente la sua funzione nel 1997 per l’accorpamento di tutte le piazze finanziare italiane in quella di Milano, l’edificio è stato riconvertito nel 2014 per ospitare esposizioni e congressi. In questo modo Spazio Lavazza ha potuto offrire alla cittadinanza le più varie situazioni:
mostra fotografica dedicata ai tre anni del progetto The Earth Defenders (difensori della terra) con gli scatti realizzati in Africa da Steve McCurry (Calendario 2015), in Centro e Sud America da Joey L. (Calendario 2016) e nel Sud Est Asiatico da Denis Rouvre (Calendario 2017), che mostrano comunità produttrici di caffè e presidi Slow Food;
serie di dibattiti organizzati insieme al quotidiano La Stampa;
serie di serate all’insegna di musica, ricette e risate;
Laboratori del Caffè con degustazioni, educational e seminari mirati a cura del Training Center Lavazza (attivo da 25 anni).

Altri presidi Lavazza sono stati organizzati nel capoluogo piemontese come al Parco del Valentino, al Grattacielo Intesa San Paolo, al palazzo Aste Bolaffi, al Palazzo Reale, al Teatro Carignano. Nell’iniziativa sono state inoltre coinvolte una dozzina di caffetterie Lavazza come:
Caffè Roma già Talmone
Caffetteria San Tommaso 10
Bar Mokita
Caffè San Carlo
Caffè Torino
Bottega Guido Gobino
Caffetteria Gerla 1927
Caffè Confetteria Abrate 1866
Caffè Fiorio 1780
Caffè Elena
Pasticceria Ricco
Il Pepe
Granbar.
«Essere presenti con un ricco palinsesto di appuntamenti a Terra Madre Salone del Gusto 2016 - precisa Marcello Arcangeli, responsabile Training Center Lavazza - è un’importante occasione per parlare di caffè nelle sue numerose declinazioni con i tanti visitatori della manifestazione».

Nelle caffetterie dello Spazio Lavazza e in tutti gli altri luoghi dedicati è stato possibile inoltre degustare un espresso realizzato con una delle specialità !Tierra! monorigini di Brasile e Tanzania riservate al canale bar:
Espresso Brasile 100% Arabica
Espresso Brasile Blend
Filtro Tanzania 100%
Filtro Brasile 100% Arabica.
Certificato dall’ong Rainforest Alliance, il caffè !Tierra! è il risultato del principale progetto di sostenibilità Lavazza che dal 2002 coinvolge oltre 3mila coltivatori in 8 Paesi di 3 continenti: Honduras, Perù, Colombia, India, Brasile, Tanzania, Etiopia, Vietnam.

Inoltre è stato possibile degustare l’innovativa capsula compostabile per caffè espresso 100% italiana, frutto della ricerca Lavazza e Novamont, realizzata in Mater-Bi (bioplastica compostabile), che si può gettare direttamente nella raccolta differenziata degli scarti alimentari.

Il temi dei Laboratori Lavazza
Ethiopian Kafa Coffee
Tierra Origins, viaggio attraverso l’aroma
L’espresso italiano diventa dessert
Il caffè in pasticceria con Loretta Fanella
Il caffè in tutte le lingue del mondo
Caffè e cioccolato con Guido Gobino
Il caffè diventa cocktail con il barman Dennis Zoppi
I caffè regionali d’Italia, le tradizioni del Belpaese
Coffee Makers, le nuove frontiere dell’estrazione
Il caffè in cucina con Andrea Mazza, food specialist Lavazza
L’autentico espresso italiano: tostatura, miscela, estrazione

Un rapporto che dura da venti anni
Il rapporto tra Lavazza e Slow Food si è consolidato ben venti anni fa con la prima edizione del Salone del Gusto (1996). Lavazza non sceglie solo di sponsorizzare la manifestazione enogastronomica ma ne sposa la filosofia (buono, pulito, giusto) e l’attenzione alla qualità del prodotto, in particolare di piccoli coltivatori di Paesi del Terzo Mondo. L’edizione 2002 vede concretizzarsi il percorso “Innovazione nella tradizione” che sposa l’alta gastronomia con i lancio di èspesso, il caffè che si mangia presentato con un workshop di Ferran Adrià. Nel 2004 Slow Food diventa internazionale e si fa portavoce con i suoi Presidi e tramite i progetti di Terra Madre di un nuovo approccio di responsabilità sociale. Allo stesso tempo Fondazione Lavazza presenta il progetto !Tierra! con l’obiettivo di migliorare le condizioni sociali, ambientali e le tecniche produttive delle piccole comunità dei coltivatori di caffè nei vari Paesi. Nel 2014 la partnership si evolve con il lancio del progetto The Earth Defenders, un viaggio, attraverso le immagini del Calendario Lavazza (foto di Steve McCurry, Joey L., Denis Rouvre), per conoscere i volti dei Difensori della Terra, i moderni eroi impegnati a salvaguardare le loro coltivazioni nel rispetto della propria terra. Dopo aver sostenuto i 10.000 Orti in Africa nel 2014 e l’evento Terra Madre Giovani durante Expo 2015, quest’anno il progetto The Earth Defenders contribuisce a ospitare i delegati di Terra Madre a Torino con il ricavato della vendita del Calendario Lavazza 2017 e dei caffè Lavazza.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here