Al via la finale globale della Bacardi Legacy competition

Tutto pronto a Berlino per la fase finale dell’edizione 2017 della Bacardi Legacy Global Cocktail Competition, una delle più prestigiose competizioni internazionali dedicate alla mixology. Sono 38 i bartender provenienti da tutto il mondo pronti a incrociare gli shaker per conquistarsi un posto nella storia, dando vita al nuovo signature cocktail Bacardi Legacy.

BacardiLegacy_Maurizio La Spina

In gara per l’ambito titolo, Maurizio La Spina (nella foto)  del Bartender’s di Napoli, che rappresenterà i colori italiani con la sua creazione Elixir Tropical a base di Bacardí Carta Blanca, succo di lime, orzata, liquore Maraschino, Angostura Bitter e foglie di menta, che si è conquistato il posto per la finalissima  aggiudicandosi la finale nazionale del contest, svoltasi a Madrid lo scorso febbraio, superando Domenico Carella del Senso Farm di Matera e Alberto Catalani di The Craftsman di Reggio Emilia.

Ma scorrendo i nomi dei finalisti troviamo un altro italiano in gara: è Davide Boncimino, bartender di The other room di Singapore, che però con il suo Marshal, realizzato con Bacardí Gran Reserva 8 Años, succo di limone, Lustau dry oloroso Don Nuno sherry, St Germain Elderflower Liqueur, nettare di agave e pepe nero in grani, partecipa alla sfida sotto le insegne della Repubblica del sud est asiatico.

Il cammino verso l’ambito titolo prevede due fasi di semifinali, articolate in due giorni, domenica 21 maggio e lunedì 22, alle quali seguirà la finalissima, martedì 23. A valutare le prove dei candidati saranno due diverse giurie d’eccezione. Quella della semifinale è composta da Monica Berg, barlady regina del panorama della mixology scaldinava, Tristan Stephenson, consulente per l’industria beverage e autore della serie di libri The Curious Bartender, Ian Burrell, Global rum ambassador e fondatore della UK Rumfest, e Klaus St. Rainer, proprietario del Munich’s Die Goldene Bar di Monaco di Baviera e Bartender of the Year al Mixology Bar Awards 2013.

La giuria che decreterà il vincitore sarà invece formata da Julie Reiner, indiscussa regina della cocktail scene newyorchese, Jose Sanchez Gavito, Maestro de Ron Bacardì, Gn Chan, il campione 2016 del contest, e Hidetsugu Ueno, il maestro giapponese della miscelazione e International Bartender of the Year all’ultima edizione di Tales of the Cocktail.

A fare da palcoscenico alle gare sarà l’Ewerk, una ex fabbrica divenuta successivamente uno dei primi club techno della capitale tedesca e oggi trasformata in una meravigliosa sede per ospitare eventi di prestigio, dove dopo la proclamazione del vincitore inizierà un party a base di grandi cocktail e della musica, di Jillionaire di Major Lazer, con il suo sound dove i ritmi caraibici del soca si fondono con la dancehall, l’Hip-hop e la musica elettronica.

Le ricette “italiane” in gara

Elixir Tropical di Maurizio La Spina

Ingredienti:

60 ml Bacardí Carta Blanca, 20 ml succo di lime, 20 ml orzata, 7,5 ml liquore Maraschino, 3 gocce Angostura Bitter, 2/3 foglie di menta

Marshal di Davide Boncimino

Ingredienti:

40 ml Bacardí Gran Reserva 8 Años, 20 ml succo di limone, 15 ml Lustau dry oloroso Don Nuno sherry, 10 ml St Germain Elderflower Liqueur, 5 ml nettare di agave, 2 barspoon di pepe nero in grani.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here