A ciascuno il proprio croissant

Iniziative –

Debutto del bollettino Il Petit Journal di Délifrance con un’ampia panoramica dedicata alle tendenze di mercato sui croissant dolci e salati. Omaggio al santo patrono dei pasticceri francesi, Saint Honoré, a cui nel 1860 è stata dedicata la celebre torta

Vissuto a cavallo tra il VI e il VII secolo, il vescovo Onorato di Amiens (Francia) è meglio noto con il nome di Saint Honoré ed è diventato il patrono dei mugnai, panettieri e pasticceri d’Oltralpe. Oltre che per il suo mecenatismo a favore della categoria, il suo nome è passato alla storia perché nel 1860 gli è stato dedicato un dolce che ha ottenuto un grande successo in tutto il mondo: la Torta Saint Honoré. Composta al centro di pasta sfoglia, meringa e crema pasticcera, la torta è racchiusa da un bordo di profiterole e panna montata.

Niente di meglio, per il primo numero in italiano del bollettino “Il Petit Journal di Délifrance” che dedicargli l’articolo di presentazione della pubblicazione del celebre gruppo francese di prodotti da forno surgelati (panetteria e pasticceria) per il canale horeca che, dal 2004, opera anche in Italia con una filiale ad Assago (Milano). Creata nel 1983, l’azienda può contare su un catalogo di oltre mille referenze prodotte con cinque tecnologie diverse, ma tutte contraddistinte dall’impiego delle migliori materie prime, farine e farciture.

Nuova frontiera per lo snack

Prodotto di punta Délifrance sono i croissant declinati nelle forme, dimensioni e ripieni più intriganti. Al tema sono dedicate infatti molte pagine, con una panoramica sulle preferenze nei vari Paesi. Un approfondimento è rivolto alle ultime tendenze, il crois'sanwich, croissaint di pasta sfoglia salata e il cronut, pasta di croissant a forma circolare come il donut.

Il tema della ristorazione veloce di qualità è sempre stato particolarmente curato da Délifrance. Dal 1999, l’azienda francese ha organizzato dieci edizioni della Coppa del Mondo del Sandwich per sollecitare la creazione di sempre nuove e gustose ricette con ingredienti tipici. All’ultima edizione (marzo 2014) vinta dal turco Hakan Özfirinci (Istanbul) era presente come finalista italiano lo chef Omar Follini del Ristorante Open (Sondrio) con una realizzazione composta da una mousse di caprino francese aromatizzato agli aghi di pino, bresaola, abbinata a trota salmonata affumicata, e germogli di grano.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here