Grappaterapia, la nuova frontiera del benessere di Distillerie Berta

Che degustare una buona grappa sia un piacere per il palato lo sappiamo da tempo. Ma che il tipico distillato italiano potesse essere anche l’ingrediente principale per trattamenti di bellezza e per regalare benessere al corpo e alla mente, proprio no. Eppure proprio della grappaterapia Distillerie Berta ha fatto uno dei servizi esclusivi della sua nuova offerta nel campo dell’ospitalità. L’azienda, da qualche anno, alla produzione di pregiate grappe invecchiate (tra le tante, Paolo Berta, magia, Tre soli tre, Ricconivo) e di specialità liquoristiche (la sambuca Dianisè, l’Amaretto Di Mombaruzzo, l’amaro d’erbe DiBerta, l’assenzio la Favola Mia), ha affiancato la gestione di luxury hotel nell’alto Monferrato astigiano. Il primo è stato Villa Castelletto, a Castelletto Molina, cui di recente si è aggiunto Villa Prato, a Mombaruzzo, località dove si trova anche la storica sede delle Distillerie.

In questa struttura, una villa settecentesca immersa nel verde, con sei suite dotate di ogni comfort, che si affaccia sullo scenario delle Langhe, del Roero e del Monferrato, tra i servizi proposti nei suoi 800 metri quadri di relais de charme (sauna, bagno turco, fontana del ghiaccio, percorso Kneipp, idromassaggio, palestra, piscina termale), uno dei piatti forti è costituito dalle terapie di benessere a base grappa.

DSC_8078

Si tratta di trattamenti di bellezza fatti con estratti di uva che sfruttano le proprietà antiossidanti dei polifenoli e dei flavonoidi contenuti nelle vinacce per aiutare a contrastare l’invecchiamento cellulare, a purificare la pelle, tonificare la microcircolazione periferica, a idratare e donare nutrizione proteica, lipidica, vitaminica e minerale. Tra i più particolari e innovativi vi sono il trattamento per il viso alla vinaccia Berta, che svolge una funzione antinfiammatoria, il peeling per il corpo ai Vinaccioli & Zucchero, contro l’invecchiamento cutaneo, i fanghi alla vinaccia, che hanno un effetto drenate e snellente, il massaggio rilassante all’uva e olio di vinaccioli, i trattamenti per mani e per piedi con crema alla vinaccia e paraffina, fino aromaterapia, che si fa nelle grotte sotterranee della Villa e che promette di regalare un’avventura sensoriale unica, che trae origine dai profumi ricavati dagli oli essenziali, dalle spezie e dagli aromi dei distillati di casa Berta.

Ma quella dei trattamenti di bellezza rappresenta solo uno delle attività, forse la più innovativa ed estrema, del progetto di valorizzazione dell’universo grappa portato avanti da Distillerie Berta. L’offerta di Villa Prato comprende infatti anche una grapperia, nella quale si possono degustare le eccellenze dell’azienda, un ristorante gourmet, Officina di Villa Prato, che propone piatti della cucina piemontese rivisitati in modo creativo, e una più informale Taverna Villa Prato, con piatti più semplici. Dal resort è possibile spostarsi anche nella storica distilleria di Casalotto di Mombaruzzo per visitare gli impianti e il Museo dell’azienda, dove sono raccolti gli strumenti per la produzione della grappa e per il lavoro nei campi, dall’Ottocento ai primi del Novecento, tra i quali parte dell’impianto originale del 1947.

 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here